Lo specialista risponde

Mittente: Gessica

15 Luglio 2017

A mia madre sono tornate le mestruazioni dopo due anni di menopausa. Sono molto preoccupata ma la sua ginecologa torna ad agosto dalle ferie. Il carcinoma ovarico potrebbe causare un ritorno del ciclo con sindrome premestruale e un flusso esattamente come quello mestruale? Grazie


Cara Gessica,

è indispensabile effettuare subito un'ecografia transvaginale e il Pap test. La ripresa del ciclo mestruale dopo più di tre mesi di amenorrea (la menopausa) non deve mai essere sottovalutata.

Cordialmente

Dott. Antonio Macciò


Fai anche tu una domanda ai nostri medici specialisti o raccontaci la tua esperienza!

Parla con noi... Scrivici ora!

Mittente: Francesca

23 Giugno 2017

Gentillisimo dottore le racconto in breve la mia storia. Operata il 23/05/2016 per un tumore ovarico ( marcatore ca 125 - 2587), intervento eseguito a residuo zero e stadiato al 4° stadio con organi vitali esenti ma con alcuni linfonodi sovradiaframmatici positivi. Inizio trattamento carbonplatino- Taxolo e Bevacizumab il 23/06/2016 ( marcatore circa 500). Terminata la 1° linea il 13/10/2017 con tac negativa e marcatore normalizzato durante il successivo prosieguo con il Bevacizumab. Rifatta tac il 3/Aprile/2017 con esito negativo, pultroppo dopo la tac il ca 125 ha avuto un trend di aumento (20,9 - 24 - 31 - 34 - 47) ed infine dopo 21 giorni di colpo 248. I dottori che l'hanno in cura non si sono pronunciati con certezza verso una recidiva lasciando qualche minimo spiraglio ad altre cause. Vi premetto che io sto bene senza nessun sintomo e con l'addome abbastanza disteso, salvo un po di dolori articolari. A dimenticavo che mi hanno riscontrato la mutazione del BRCa1. Sono tranquila e anche un po in ansia la cosa che volevo chiederle come mai con una tac negativa dopo due mesi il marcatore ha avuto un poderoso aumento e come mai si sta verificando durante il trattamento con bevacizumab (18° infusione) potrebbe essere dovuto ad altre cause considerando che hanno riscontrato anche la VES a 53. Ed inoltre in caso di recidiva porei riprendere il trattamento del platino considerando che sono passati quasi nove mesi dalla fine di detto trattamento con aggiunta eventualmente di purp inibitori. La ringrazio pr la sua gentile risposta.


Cara Francesca,

ritengo sia indispensabile eseguire al più presto una PET prima di ulteriori valutazioni. La tac infatti identifica lesioni da 1 cm in su. La PET invece da 0,5 in su. L'eventuale recidiva potrebbe non aver ancora raggiunto il cm. Quindi le consiglio di prenotare subito una PET.

Cordialmente,

Dott. Antonio Macciò


Fai anche tu una domanda ai nostri medici specialisti o raccontaci la tua esperienza!

Parla con noi... Scrivici ora!