Lunatica

  • di Redazione
  • 30 Luglio 2020
  • Il peso della determinazione

Torna l'appuntamento bisettimanale con la rubrica "Il peso della determinazione" curata dalla nostra amica Sonia Aresu che ci parla dei suoi sbalzi di umore

Sono sempre stata l'amica simpatica, quella con cui divertirsi, confidarsi e lasciarsi andare. Le amiche belle erano le altre, quelle più filiformi, alte e misteriose. In effetti, di misterioso non ho mai avuto niente, sono un libro aperto non mi piacciono le moine e arrivo dritta al dunque senza mezzi termini. Il mio pregio più grande è l'autoironia che mi ha sempre permesso di superare anche le situazioni non proprio idilliache spesso incontrate. Come per esempio nei vari ricoveri ospedalieri, ho sempre ricercato qualcosa di comico che mettesse il buon umore.

Utilizzo una tattica molto semplice, mi prendo in giro da sola e per prima rido dei difetti in modo tale da sentirmi a mio agio fin da subito. Non sopporto chi ha la puzza sotto il naso, socializzare è il mio pane quotidiano, se potessi parlerei anche con i muri (in effetti sono dei buoni ascoltatori sanno sempre quando è il momento per non fiatare). Ma anche io nascondo un grande difetto (ne ho tanti altri ma questo spicca di più) sono lunatica, soprattutto la mattina appena sveglia, il più delle volte capita che non mi si può rivolgere la parola ed i castelli in aria progettati la notte precedente, si sgretolano come quelli di sabbia. Nessuno di noi è perfetto ma con il tempo e un grande lavoro su se stessi, si può sempre migliorare, magari cercando di smussare quegli angoli un po' appuntiti del nostro carattere, l'importante è esserne consapevoli.